Servicio clientiLun - gio 08:00 - 17:00/ Ven 08:00 - 12:0000800 3242 5056customerservice@swarovskioptik.com

Elenco Dei RivenditoriTrova i rivenditori vicini Vai all’elenco dei rivenditori
!!!EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand /H!!!EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand /H!!!EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand /H

EL Range 10x32 in tour sulle montagne in Nuova Zelanda

Un racconto di grande sfortuna

Tempo di lettura: 15 minuti

Willie Duley e i suoi colleghi di NZ Hunter sono andati a caccia di camosci e cervi nobili con il EL Range 10x32 fra le montagne di Canterbury – Arthur’s Pass National Park, Nuova Zelanda. Qui trovate il suo ricordo di questa difficile ricerca:

Un’avventura di caccia fra le montagne della Nuova Zelanda

Dopo un’estate frenetica caratterizzata da lunghe ore dedicate alla messa in onda del nostro programma, finalmente vedevamo la luce in fondo al tunnel, e abbiamo cominciato rapidamente a pianificare la nostra successiva avventura di caccia fra le montagne della Nuova Zelanda.

Il nostro ultimo video editor e membro del team Kieran è stato coinvolto rapidamente nel piano d’azione, e abbiamo preparato l’attrezzatura per una spedizione di cinque giorni nelle terre selvagge dell’Arthur’s Pass National Park. Trovandoci in autunno inoltrato, speravamo di poter promettere a Kieran il suo primo cervo nobile e camoscio adulto.

Giorno 1

L’obiettivo principale del nostro primo giorno di viaggio era raggiungere un terreno idoneo alla caccia. Dopo tre mesi fermi in ufficio, il trekking da 20 km a 1.300 metri è stato un discreto shock per il sistema e probabilmente Kieran si è chiesto in cosa si fosse cacciato. Raggiungendo il termine del nostro crinale di viaggio al calar del sole, non siamo stati in grado di localizzare alcun animale nelle vicinanze, quindi abbiamo stabilito un accampamento, pronti per la mattina successiva.

EL Range 10x32 on tour in the mountains of New ZealandEL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
Giorno 2

Al risveglio, siamo stati accolti da una mattina fredda ma incredibilmente limpida con una foschia rossa sulle cime delle montagne che si scagliavano senza fine sull’orizzonte e abbiamo cominciato l’osservazione per cercare di individuare alcuni animali. Stavo testando il nuovo binocolo EL Range 10x32 durante questo viaggio e, non avendo visto ancora alcun animale, sembrava che questa volta lo avrei utilizzato parecchio.

Per il cacciatore di montagna che dà la priorità alla compattezza e alla leggerezza in ciascun pezzo dell’attrezzatura, il nuovo binocolo EL Range 10x32, con un peso di appena 680 grammi, è un’aggiunta davvero apprezzata alla gamma SWAROVSKI OPTIK.Willie Duley

Separandomi dal gruppo con la mia radio in mano, mi sono diretto a est per cercare alcuni luoghi incontaminati e ho osservato una famiglia di camosci sotto di me. Un’occhiata più ravvicinata attraverso il mio binocolo ha rivelato che un camoscio maschio chiudeva la fila dietro a una cerva e a un esemplare di un anno, ma era abbastanza grande? Sfortunatamente, l’esemplare maschio era ancora giovane e probabilmente si stava godendo il momento con le esemplari femmine prima che subentrasse un animale più maturo. Un rapido avvistamento di un paio di cervi nobili vicino ad arbusti lontani ci ha fatto rivalutare la nostra posizione e abbiamo deciso che sarebbe stato meglio cambiare luogo di appostamento per la caccia serale. Con i pesanti zaini di nuovo in spalla, abbiamo cambiato direzione passando fra alcuni laghi di un blu pittoresco prima di preparare nuovamente l’accampamento e arrampicarci su un crinale per l’osservazione serale. Di nuovo, le ore di luce in diminuzione hanno accorciato la nostra caccia, ma sono riuscito a individuare un gruppo abbastanza grande di camosci che ci ha fatto ben sperare per la mattina dopo. Il corpo di Kieran iniziava ora davvero a risentire dei moltissimi chilometri percorsi e il suo entusiasmo scemava sempre di più. Sarebbe stato interessante.

EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
Giorno 3

Arrampicandoci e tornando al bacino idrico dove avevo visto il gruppo di camosci la sera precedente, abbiamo percorso l’ultima linea del crinale e avvistato immediatamente un animale sotto di noi. Avendo visto delle corna interessanti, stavano discutendo sul fatto che l’animale fosse un cervo o una cerva quando è apparso un nuovo animale, mostrandosi da dietro un crinale roccioso. Uno sguardo attraverso l’osservatore ATC mi rivelò che era un esemplare maschio di capriolo ben piazzato, quindi abbiamo preparato il fucile mentre si dirigeva in modo piuttosto frettoloso verso il ripido pendio roccioso opposto, dirigendosi verso di noi. Si è voltato di lato e ho dato una rapida occhiata attraverso il binocolo. Kieran ha regolato il PBC sul cannocchiale da puntamento Z5 e si è preparato al tiro. Una volta premuto il grilletto, ci aspettavamo che il capriolo cadesse sul posto e siamo rimasti sorpresi quando abbiamo visto una nuvola di polvere alzarsi e il capriolo che fuggiva galoppando rapidamente in lontananza. Abbiamo riprodotto lo sparo sulle nostre telecamere e abbiamo visto il proiettile sfrecciare davanti alla spalla del capriolo, mancandolo di pochi centimetri. Demoralizzati da questa mancata opportunità, è stato comunque bello sapere che il capriolo non era ferito. Probabilmente la pressione del momento aveva sopraffatto Kieran, non sapremo mai cosa sia successo esattamente, ma la caccia è così.

Dopo un acquazzone, abbiamo iniziato a fare ritorno lungo i pendii sassosi verso la valle del fiume principale sottostante, rimanendo sempre vigili in caso avvistassimo un cervo nell’area circostante. Purtroppo, alcune impronte fresche di stivali ci rivelarono che alcuni cacciatori erano passati di lì nei giorni precedenti, quindi abbiamo continuato e ci siamo accampati sulle rive del fiume mentre un cielo stellato anticipava la fine imminente della giornata.

EL Range 10x32 on tour in the mountains of New ZealandEL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
Giorno 4

Con le batterie leggermente ricaricate dopo una notte trascorsa sulle rive del fiume reidratandoci e rifocillandoci con il cibo, iniziammo un’ardua camminata di 1000 metri verso una nuova serie di cime. Fermandoci per riprendere fiato e una bevanda subito dopo la linea di arbusti, ho individuato velocemente alcuni cervi nobili con una giovane cerva che li seguiva al trotto. Non era esattamente il nostro obiettivo ideale, ma era un buon segno che il luogo verso il quale ci stavamo dirigendo ospitasse altri esemplari.

Oltrepassare la cima della vetta rocciosa e irregolare ci ha regalato un’ottima visuale di un nuovo bacino idrico. Il fatto che il nostro cameraman Emil avesse avvistato un cervo durante il pranzo ci ha resi entusiasti per la sessione di caccia serale. Tuttavia, nonostante i nostri sforzi e l’osservazione prolungata dei cespugli, la sessione si è rivelata sorprendentemente priva di avvenimenti. Abbiamo fatto ritorno per la notte, sperando di poter ottenere qualche risultato durante l’ultimo giorno di caccia.

!!! EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand /H - Day 4
!!! EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand /H - Day 4
Day 4

Rangefinding binoculars have been available for some time now and they are undoubtedly extremely useful for saving precious seconds in the field when measuring the shooting distance and angle to animals. Their one common downside for the mountain hunter has often been the additional bulk and weight that comes with combining a binocular and rangefinder into a single unit. Swarovski has now entirely challenged what was previously thought possible with the release of the EL Range 10x32 binocular. Weighing a mere 680 grams, this binocular is a must for any hunter who prioritises lightweight and compact equipment. – Willie Duley

Giorno 5

Separandoci per migliorare le nostre probabilità, il rumore di sassi rotolanti mi ha permesso di osservare un gruppo di esemplari di Camoscio. Sembrava un Déjà-Vu, un’altra cerva e un cucciolo con un giovane esemplare in coda.. Una chiamata roca dalla radio di Emil che affermava di aver visto un cervomi ha spinto a correre nella sua direzione. Il cervo si era ormai adagiato, e ci trovavamo davanti a un dilemma mentre cercavamo di valutarlo al meglio nel soffocante caldo di mezzogiorno. Le previsioni del tempo indicavano che sarebbe arrivata molta pioggia, quindi dovevamo davvero lasciare la valle quella notte per non rischiare di rimanervi intrappolati. Inoltre, il cervo si trovava in una posizione scomoda che non eravamo sicuri di riuscire a raggiungere, sempre se Kieran avesse ancora avuto voglia di provarci. Le probabilità non erano a nostro favore e abbiamo lasciato la decisione finale su come procedere a Kieran. Riluttanti, abbiamo ricominciato a seguire il percorso verso la cima del crinale per poi tornare a scendere verso la valle. Nell’aria c’era una sensazione agrodolce, e stavamo già pianificando il ritorno a un’area vicina per cercare di rompere il ciclo di sfortuna mentre concludevamo la trasferta accompagnati dalle luci dei fari.

EL Range 10x32 on tour in the mountains of New ZealandEL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
EL Range 10x32 on tour in the mountains of New ZealandEL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand

L’avventura continua...

Scegliendo di utilizzare il nostro 4WD per avere accesso a questa valle fluviale fredda e ricoperta di neve, ci siamo rapidamente messi a osservare gli animali. Individuando alcune cerve e animali più giovani, la situazione sembrava di nuovo sfavorevole quando un cervo con un grande palco si materializzò appena fuori dai cespugli. Sembrava davvero notevole a una prima occhiata, quindi ci siamo avvicinati per una valutazione più precisa. Con Kieran dietro al fucile, ho iniziato a percepire che non era esattamente ciò che cercavamo. Il suo corpo magro e le sue zampe lunghe mi fecero capire che aveva solo quattro o cinque anni e non aveva ancora raggiunto il suo pieno potenziale. Lasciarlo perdere è stato difficile ma, senza alcun dubbio, la decisione migliore.

Il nuovo binocolo Swarovski EL Range 10x32 abbinato al telescopio da osservazione ATC ha stabilito un nuovo punto di riferimento nell’ottica leggera per la caccia in montagna in tutto il mondo. – Willie Duley

Con fare riluttante, abbiamo spostato la nostra attenzione all’altro lato della valle, dove avevamo visto alcune cerve. Il richiamo di carne fresca era troppo forte per essere ignorato. Non appena una delle cerve mature si voltò per mostrare il fianco e offrire a Kieran un tiro perfetto, il silenzio delle montagne fu interrotto da un aeroplano che si dirigeva verso di noi. Le cerve scapparono per rifugiarsi al sicuro nei cespugli e sparirono dalla nostra vista. Sembrava che non riuscissimo ad avere fortuna durante questo viaggio.

Continuavamo a esaminare le colline mentre iniziavamo a rientrare nella vallata per rispettare il coprifuoco della trasferta. Come un segno del destino, ho individuato un cervo a poche centinaia di metri su un versante. Ci siamo rapidamente avvicinati e abbiamo sistemato Kieran su una roccia sporgente. Trovò l’animale ed era nella fase finale di concludere il tiro, quando il cervo fuggì spaventato. Confusi da ciò che era appena successo, abbiamo guardato verso il basso per poi scorgere un altro veicolo parcheggiato proprio alla vista del cervo. Il nostro ciclo di sfortunati eventi era difficile da comprendere, quasi ironico.

Avviliti, abbiamo iniziato il viaggio di ritorno alla macchina e continuato fino alla valle. Due trasferte in diversi giorni nelle montagne non erano bastate per permettere a Kieran di avere successo quest’anno, ma la caccia è anche questo. Fra le montagne niente è scontato, ma se si assaporano tutti i momenti fra la natura, al di là della caccia in sé, non si tornerà mai a casa a mani vuote.

EL Range 10x32 on tour in the mountains of New Zealand
!!! Willie Duley - day 2, 2

INFORMAZIONI SU

WILLIE DULEY


Willie Duley è un appassionato cacciatore e ambientalista neozelandese. È cresciuto in una famiglia immersa nella natura e nella vita all’aria aperta. I suoi genitori sono infatti gli editori della popolare rivista di caccia neozelandese NZ Hunter Magazine. Lo stesso Willie conduce e produce l’omonimo programma televisivo NZ Hunter Adventuresassociato alla rivista. Come padre, spera di offrire ai suoi figli un’infanzia altrettanto felice in mezzo a persone, luoghi e animali selvaggi.

Vai a Panoramica di tutte le storie
!!! Willie Duley, hunting WapitiA CACCIA DI WAPITI CON IL TELESCOPIO ATCSULLE MONTAGNE DELLA NUOVA ZELANDA Tempo di lettura: 5 minuti