Menu


Categorie

Servizio

SERVIZIO CLIENTI
K19 ATX 115 perspektivisch HRes RGB - lens cropped
VAI AL MY SERVICE

Prodotti e servizi tecnici, consigli e assistenza, tutorial, download, Dichiarazioni di conformità

SERVIZIO CLIENTILun - gio 08:00 - 17:00/ Ven 08:00 - 12:0000800 3242 5056customerservice@swarovskioptik.com

Elenco Dei RivenditoriTrova i rivenditori viciniVai all’elenco dei rivenditori
La vostra lingua:
italiano
Savanna Koebisch and her EL RangeSavanna Koebisch and her EL RangeSavanna Koebisch and her EL Range

Savanna Koebisch e il suo EL Range

Riempire la foresta di colore

Savanna Koebisch è una chiropratica e cacciatrice canadese-tedesca. Lavora principalmente nella foresta tedesca di Westerwald, spesso accompagnata dal suo bassotto Lupo. Scopri le sue esperienze con il binocolo EL Range con Tracking Assistant (TA) e l’arrivo della fine della stagione.

Bel tempo dopo mesi bui

Mentre un altro corridore è passato davanti al mio cavalletto, ho maledetto il bel tempo per aver fatto della foresta una meta tanto interessante. Ma ero ben consapevole del suo magnetismo, dato che io stessa mi sono spesso incamminata lungo questo sentiero nelle giornate di sole. Appoggiando lo zigomo sulla ruvida traversa alla mia destra, mi sono goduta i raggi dorati.

Gli ultimi erano stati mesi bui. Con molte meno ore di sole rispetto all’inverno tedesco medio, qualsiasi cenno di cielo blu era davvero benvenuto. Era l’undicesimo giorno consecutivo che attendevo il giusto incontro con un capriolo. Con la fine della stagione in rapido avvicinamento, il piano di gestione della selvaggina doveva ancora essere soddisfatto.

“Oh, guarda un cacciatore!” mi ha risvegliato dalle mie fantasticherie e ho quindi salutato la coppia sotto di me.

Era difficile pensare che questo sentiero così frequentato fosse una delle mie postazioni preferite nell’area di caccia. Proprio accanto al punto di convergenza di vari sentieri frequentati dagli escursionisti, di certo il traffico di passanti era notevole. Prima mattina e tarda sera, invece, erano promettenti. Questa rete di sentieri un tempo si addentrava attraverso le fitte foreste di abeti.

Tutto ciò è cambiato quando un’infestazione di coleotteri delle cortecce si è abbattuta su gran parte della Germania centrale, compresa Westerwald. Ora, grandi radure di alberi tagliati creano un intricato mosaico di ciò che resta della foresta più matura e nuovi arbusti. Spiazzi segreti in precedenza nascosti da una schiera di conifere sono ora in evidenza tra gli alberi decapitati. Le alte torrette di osservazione adiacenti ora appaiono un po’ fuori luogo.

Savanna Koebisch and her EL Range

Una giornata tranquilla

sulla torretta


Mi trovavo seduta su una torretta piuttosto nuova, costruita in estate per controllare una radura recentemente rasa al suolo, frequentata dai caprioli. Ero già consapevole della presenza di diversi gruppi di cerbiatti e aspettavo solo l’opportunità giusta.

Scansionando il versante della collina, il mio cuore ha sussultato quando ho visto una figura grigia attraversare da sinistra a destra. La mia presa sul fucile si è allentata nel vedere le sue corna rivestite di velluto, che mi hanno regalato una ventata di ottimismo per la prossima stagione primaverile. Era arrivato il crepuscolo. Ancora una volta, sono tornata al mio veicolo a mani vuote.

Savanna Koebisch and her EL Range

Il giorno seguente

con il bassotto e la pioggia


La sveglia presto mi ha condotto nei boschi qualche minuto prima del lavoro. Con il mio cagnolino Lupo sotto braccio, sono salita sul nostro trespolo. Il clima era molto meno piacevole della sera prima. La pioggia accelerava, spinta da un potente vento che picchiava contro la torretta. Le barriere laterali tremavano e lo stesso faceva il bassotto.

Ho rimboccato meglio la coperta al mio compagno di avventure. Ben presto, siamo giunti alla decisione unanime che oggi, come eccezione alla regola, lavorare era una prospettiva migliore che cacciare.

Savanna Koebisch and her EL RangeSavanna Koebisch and her EL Range

Un’ultima occasione

Il giorno seguente era l’ultima uscita della stagione. Leggere folate portavano con sé la promessa di qualche precipitazione. Con il mio EL Range TA in arancione ho individuato esattamente l’opportunità che aspettavo.

Poi, una cerbiatta si è fatta strada attraverso la sterpaglia, fermandosi di fronte a un cumulo di radici esposte. Con un range di 110 metri, mi sono preparata al tiro.

Emergendo da un rovo, una timida cerva si è guardata intorno. Per diversi minuti ha scansionato il pendio, i suoi organi vitali nascosti dai rami. Anche lei si è diretta verso destra e si è fermata davanti allo stesso gruppo di radici. Vedendo il suo fianco nel mio cannocchiale da puntamento, ho espirato lentamente.

“La fiducia che ripongo nella qualità dei prodotti SWAROVSKI OPTIK mi consente di concentrarmi sull’attività da svolgere, senza dubitare che la mia attrezzatura ne sia all’altezza”.

Mi sento sollevata che oggi sia andato tutto bene: ho trovato il cervo giusto, piazzato due tiri perfetti e rispettato il piano di gestione della selvaggina.

Savanna Koebisch and her EL RangeSavanna Koebisch and her EL Range

Sapremo adattarci

Creature abitudinarie, questi caprioli stavano seguendo un sentiero consumato dal passaggio degli animali nel tempo, molto popolare quando la vegetazione si ergeva ancora alta. Forse presto emergeranno nuovi sentieri nelle zone rase al suolo ma, per ora, la tradizione ha avuto la precedenza.

Benché gli alberi possano cadere, nelle giuste condizioni, nuovi boschetti prenderanno il loro posto, per fornire di nuovo ampia copertura per gli animali.

Gli animali si adattano e lo stesso fanno i cacciatori.
Savanna Koebisch and her EL Range

Informazioni su

Savanna


Savanna Koebisch è una chiropratica e cacciatrice canadese-tedesca, nata nel 1995. I suoi interessi ruotano intorno a caccia, viaggi, fitness e fotografia. La caccia è una passione che condivide con il fidanzato, cacciando presso casa sua, nella foresta tedesca di Westerwald, sulle montagne o in battute internazionali. Il primo prodotto SWAROVSKI OPTIK con cui ha avuto familiarità è stato il binocolo Habicht 10x40 di sua madre.

Vai a Panoramica di tutte le storie
dS Gen II with reticleFocus on the essentials thanks to technologyLa dimensione digitale della caccia Tempo di lettura: 2 minuti